Tra pochi giorni nella nostra città ricomincia la scuola. Con lei ricominciano le ansie, le preoccupazioni, le fatiche i timori di molti genitori.

La suola è un momento molto importante nella vita dei nostri figli, possono viverlo come un periodo di crescita o come un momento di grande difficoltà, spesso la discriminante non è rappresentata solo dalla scuola o dai compagni, ma soprattutto da come noi genitori li aiutiamo e sosteniamo nei passaggi complessi e a volte dolorosi che la vita scolastica si porta dietro. Passano a scuola gran parte del loro tempo e se avranno maturato un’autonomia emotiva potranno affrontare ogni passaggio scolastico in modo sereno.

Non possiamo evitare ai nostri bambini, o ragazzi, la frustrazione, la rabbia o la tristezza che accompagnano un brutto voto, un tradimento di un amico, un’incomprensione con un’insegnante. Possiamo però aiutarli a superare i momenti di difficoltà. Come genitori abbiamo il compito educativo di permettere ai nostri figli di sbagliare e di ricominciare, solo così li renderemo sufficientemente forti per affrontare in autonomia le sfide che la vita avrà in serbo per loro. Non possiamo sostituirci a loro, possiamo stare loro accanto.

Come mamma vorrei fare dei propositi per il nuovo anno:

1 vorrei svegliarmi con calma e fare colazione seduta al tavolo con i miei figli

2 vorrei accompagnarli a scuola senza ripetere 10000 volte “sbrigati”,  prima di partire da casa e rispettare i loro tempi. Spesso quello è il momento più prezioso della giornata, ci rivedremo per cena e vorrei che fosse un momento sereno

3 vorrei non dare importanza ai voti, i miei figli sono più dei voti che prendono, vorrei che loro lo imparassero senza fare paragoni con gli altri

4 vorrei non metterli mai in imbarazzo davanti a scuola, avere la capacità di ascoltarli e sentire cosa per loro è troppo (troppi baci, troppa merenda da bimbi, troppe rassicurazioni sul caldo e sul freddo)

5 vorrei non sostituirmi a loro se dimenticano i compiti  o non li sanno fare

6 vorrei che potessero dirmi “non lo fare” ed io rispondere “non preoccuparti, imparerai”

7 vorrei avere il coraggio di non essere nelle chat della scuola , se diventano luoghi tribunale e non utili strumenti di comunicazione

8 vorrei insegnare ai miei figli che c ‘è “prima il dovere e poi il piacere”, ma che, il piacere  deve arrivare ed essere condiviso

9 vorrei non sentire mai che i  lori successi, sono il metro per valutare me come genitore

Questi sono i miei propositi, i vostri?

 

Primo giorno di scuola: istruzioni per genitori

You May Also Like